Skip to main content

Per arrivare a Fame Zero e mettere fine all'insicurezza alimentare che segna le vite di oltre 800 milioni di persone in tutto il mondo serve il lavoro di molti. Al fine di perseguire questo obiettivo, il World Food Programme lavora in sinergia con migliaia di partner, fra cui Governi, operatori del settore privato, Agenzie ONU, gruppi finanziari internazionali, istituzioni accademiche, ONG e società civile.

Le oltre 1.000 ONG con cui collaboriamo in tutto il mondo costituiscono il gruppo più grande di partner.

Il WFP si è sempre affidato a partnership per condurre le sue attività e, a sostegno dell' Agenda 2030 e dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, è impegnato a collaborare con un'ampio ventaglio di partner in modi sempre nuovi, ad esempio facendo leva su partnership con diversi stakeholder, in modo da venire meglio incontro ai bisogni delle persone e non lasciare nessuno indietro.  Questo nuovo modo di lavorare insieme si riflette nell'Obiettivo 17 sulla partnership, che costituisce il pilastro del piano strategico del WFP, insieme all' Obiettivo 2 sul raggiungimento di Fame Zero.

Le partnership dovrebbero contribuire alla condivisione di obiettivi e migliorare l'efficacia e l'efficienza. Questo approccio è delineato nella Corporate Partnership Strategy (CPS) del WFP. L'approccio del WFP alla partnership si basa su saldi principi e su una costante valorizzazione degli strumenti, complementando i rispettivi punti di forza e di sviluppo oltre che i bisogni dei diversi partner.

Il WFP aderisce ai Principi ONU sulla Partnership del 2007, contenuti nella Global Humanitarian Platform (GHP).

I partner forniscono al WFP risorse umane, finanziarie e tecniche; informazioni, monitoraggio, valutazione e analisi; nonché la capacità di sostenere programmi e operazioni. I partner nella policy e nell'advocacy, come le Agenzie dell'ONU con mandato affine, aiutano il WFP a definire politiche e strategie a livello globale, regionale e locale e a sostenere l'advocacy in favore di Fame Zero.

Attraverso il sistema dei cluster inter-agenzia, i partenariati consentono un miglior coordinamento durante le emergenze in settori come le telecomunicazioni e la sicurezza alimentare.

A sua volta, il WFP offre ai partner un'expertise di massimo livello in vari settori, dalla nutrizionesicurezza alimentare alla logistica, alle telecomunicazioni e alla creazione di capacità a lungo termine; l'entità delle sue operazioni e la sua presenza in 80 paesi; competenze operative come l'agilità, la reattività e il focus sul risultato; nonché, infine, valori come l'accountability e la trasparenza.

Rappresenti una ONG interessata a lavorare con il WFP?