Skip to main content

Negli Stati di Borno, Yobe e Adamawa, nel nord-est della Nigeria, la violenza di Boko Haram sta pregiudicando le vite e i mezzi di sussistenza di milioni di persone. Oltre cinque milioni di persone sono alla fame e 450.000 bambini sono gravemente malnutriti. La violenza e l'insicurezza stanno causando esodi di massa: 1,62 milioni di persone vivono in campi o comunità che li hanno accolti in Nigeria e decine di migliaia stanno cercando rifugio nei paesi confinanti, come Camerun, Ciad e Niger. Molti fra coloro che avevano lasciato il paese ora stanno tornando e hanno bisogno di cibo e un tetto.

Negli ultimi mesi, gli sforzi congiunti del Governo nigeriano e della comunità umanitaria, compreso il World Food Programme (WFP), sono riusciti a evitare una carestia e a stabilizzare le situazioni più precarie. Tuttavia, si prevede che i fabbisogni umanitari rimangano elevati fino al 2018 compreso e continueranno a essere necessari fondi per sostenere l'assistenza immediata e, più a lungo termine, i programmi di ricostruzione e sviluppo.

5,2 milioni
di persone sono alla fame nel nord-est della Nigeria
1,62 milioni
di sfollati negli Stati di Borno, Yobe e Adawama
7 milioni
di persone hanno bisogno di assistenza alimentare in Nigeria, Camerun, Ciad e Niger

Cosa sta facendo il World Food Programme per rispondere all'emergenza in Nigeria

  • Assistenza alimentare

    Per tutto il 2017, il WFP ha distribuito, ogni mese, cibo e assistenza in denaro (anche mediante trasferimenti via cellulare) a oltre un milione di persone negli stati più duramente colpiti dalla crisi di Yobe, Adamawa e Borno. Fra le persone assistite ci sono sfollati ospiti in campi o comunità che li hanno accolti, nonché membri vulnerabili di tali comunità e sfollati che dopo mesi fanno ritorno a casa.
  • Nutrizione

    Il WFP sta fornendo speciali cibi nutrienti ai bambini e alle donne incinte e che allattano. Verifiche nei campi per sfollati di Maidugur, nello stato di Borno, indicano un calo importante nei tassi di malnutrizione che, però, continuano a rimanere alti in alcune aeree remote.
  • Resilienza

    In collaborazione con il Governo nigeriano e altri partner, il World Food Programme sta predisponendo strategie per associare l'assistenza a breve termine a interventi di più lunga durata al fine di costruire la resilienza della popolazione.
  • Logistica e telecomunicazioni d'emergenza

    Il WFP supporta la comunità umanitaria nel nord-est della Nigeria nel colmare le principali lacune logistiche e nelle telecomunicazioni, anche incrementando le capacità di deposito nelle aree chiave delle operazioni.
  • Servizio Aereo Umanitario delle Nazioni Unite (UNHAS)

    Il WFP mette a disposizione della comunità umanitaria trasporti aerei sicuri e affidabili in Camerun, Ciad, Niger e Nigeria. Fra le altre cose, si impiegano elicotteri per il trasporto di aiuti fondamentali - personale, medicinali, vaccini, cibo nutriente specifico pronto all'uso - in aree isolate e difficili da raggiungere.

Fai una donazione in emergenza

Aiutaci a raggiungere più persone possibili e a portare loro cibo salva-vita