Skip to main content

Il conflitto in corso nel paese sta spingendo milioni di persone in Yemen sull'orlo della carestia.

Il livello attuale della fame in Yemen è senza precedenti, con milioni di persone che vivono di stenti e in condizioni terribili. Attualmente, 18 milioni di persone nel paese versano in condizioni di insicurezza alimentare, cioè non dispongono di cibo sufficiente. Di queste, oltre 8 milionisi trovano in condizioni di grave insicurezza alimentare e dipendono totalmente dall'assistenza esterna. Il tasso di malnutrizione infantile è uno dei più alti del mondo.

La situazione nutrizionale continua a peggiorare. Una recente indagine ha rivelato che almeno una famiglia su tre ha un regime alimentare insoddisfacente e quasi mai consuma alimenti quali legumi, verdura, frutta, latticini o carne. Circa 3 milioni di donne incinte o che allattano e bambini al di sotto dei 5 anni hanno bisogno di sostegno per prevenire o curare la malnutrizione.

Più della metà di tutte le famiglie sta acquistando cibo a credito, un aumento di quasi il 50 per cento rispetto ai livelli pre-crisi. Il pagamento degli stipendi ai dipendenti pubblici è sospeso da settembre 2016, in un paese in cui quasi il 30 per cento della popolazione dipende dagli stipendi o dalle pensioni statali.

La situazione umanitaria nello Yemen è estremamente fragile e ogni interruzione nel flusso dei rifornimenti essenziali, quali cibo, carburante e medicine, rischia di far precipitare ancora di più le persone verso la fame e la morte. Il WFP chiede libero accesso per raggiungere chi ha più bisogno ed evitare la carestia. 

18 milioni
di persone vivono nell'insicurezza alimentare
3 milioni
di donne e bambini al di sotto dei 5 anni hanno bisogno di sostegno nutrizionale
91,4 milioni di dollari
è di quanto il WFP ha bisogno per fornire assistenza alimentare e nutrizionale fino a febbraio 2019

Cosa sta facendo il World Food Programme per rispondere all'emergenza in Yemen

  • Assistenza alimentare

    Ad ottobre 2017, il WFP ha fornito assistenza alimentare a oltre 7,2 milioni di persone che soffrono di una estrema mancanza di cibo. Il WFP ha più che raddoppiato il numero di persone che assiste in Yemen; a gennaio erano 3,5 milioni. Tuttavia, per motivi di finanziamento, solo la metà delle persone riceve una razione completa di cibo.
  • Logistica

    A capo del Cluster della logistica, il WFP sta fornendo servizi essenziali nell'aviazione, nei trasporti via mare e via terra alle agenzie sorelle dell'ONU e ad altre organizzazioni nelle risposte alla carestia e al colera. A gennaio 2018, grazie al sostegno dei paesi donatori e al consenso di entrambe le parti in conflitto, il WFP ha consegnato al porto di Hodeidah quattro gru mobili finanziate dagli Stati Uniti. Le gru potenzieranno l'operatività del porto che riceve circa il 70 per cento di tutte le importazioni nel paese devastato dalla guerra.
  • Servizio Aereo Umanitario delle Nazioni Unite (UNHAS)

    Molte reti viarie nelle aree del paese più duramente colpite non sono ancora aperte, rendendo impossibile per gli operatori umanitari raggiungere le comunità nelle aree di conflitto. Il Servizio Aereo Umanitario delle Nazioni Unite (UNHAS), gestito dal WFP, garantisce agli operatori umanitari tre collegamenti settimanali fra Gibuti e Sana'a.

I fondi necessari

Il World Food Programme sta fornendo assistenza alimentare a quanti hanno maggiormente bisogno di aiuto in quella che è diventata una delle più gravi crisi alimentari al mondo. Nel 2018, il WFP prevede di fornire assistenza a 9,5 milioni di persone con cibo e apporti nutrizionali al fine di rispondere ai loro bisogni alimentari. 

Nonostante recenti contributi da parte dei nostri donatori, inclusi importanti finanziamenti dagli Stati Uniti, i bisogni rimangono immensi. Il WFP ha bisogno di 91,4 milioni di dollari per le sue operazioni fino a febbraio 2019.

Come puoi aiutare

Aiuta a salvare vite nelle emergenze alimentari. In questo momento, famiglie affamate di paesi come lo Yemen contano su di noi per avere cibo. Il WFP è, però, al limite delle sue risorse. Aiutaci a salvare vite, ora.