Skip to main content

A causa di conflitti, disastri naturali o politiche pubbliche inefficaci, la sicurezza alimentare e la nutrizione sono a rischio in molte parti del mondo, nonostante la crescita economica, sociale e tecnologica dovuta alla globalizzazione. Nei vari Paesi e continenti, i cittadini si aspettano sempre di più pratiche di buona amministrazione e comportamenti responsabili. In questo contesto, i Governi hanno adottato all'unanimità gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, che rappresentano il tentativo più ambizioso fatto finora di affrontare sfide multiple, fra cui la povertà cronica, la fame e la malnutrizione.

Il raggiungimento del secondo Obiettivo di Sviluppo Sostenibile, Fame Zero, comporta la necessità che gli Stati siano in grado di adottare e attuare politiche che perseguano gli obiettivi di sicurezza alimentare e nutrizione. Tali politiche sostengono la capacità nazionale di resistere a fattori di shock e stress che limitano la disponibilità o l'accesso al cibo. Per essere congrue ed efficaci, le politiche di sicurezza alimentare e nutrizione devono basarsi su una governance forte, istituzioni collaborative e un ambiente favorevole. Spesso viene utilizzata una combinazione di piani di gestione dei rischi, solidi sistemi di protezione sociale e programmi economico-sociali inclusivi.

Il World Food Programme (WFP) offre assistenza sia tecnica che nello sviluppo delle capacità, adattati per ciascun Paese, in modo da rafforzare le capacità dei singoli Governi in tutti questi ambiti. Facciamo, altresì, fronte alle lacune identificate tramite un processo di valutazione gestito dal partner governativo, facilitato dal WFP e coadiuvato da ulteriori partner.

Tale processo contribuisce a identificare i bisogni nazionali di rafforzamento delle capacità lungo cinque linee fondamentali, rilevanti nel conseguimento degli obiettivi nazionali di sicurezza alimentare e nutrizione:

 

  • Politiche e istanze normative
  • Assunzione di responsabilità istituzionale
  • Pianificazione strategica e finanziamento
  • Progettazione e attuazione dei programmi nazionali
  • Coinvolgimento e partecipazione di attori non statali

 

Sempre lungo queste direttrici si sviluppa l'offerta del WFP di assistenza tecnica e di sviluppo delle capacità. La richiesta di assistenza da parte del WFP deve essere articolata secondo le priorità nazionali di sviluppo, i bisogni fondamentali e le risorse disponibili. Soluzioni appropriate e sostenibili di sicurezza alimentare e nutrizione sono individuate congiuntamente dal Governo nazionale e tutti i partner per lo sviluppo, compreso il WFP. Tali soluzioni possono consistere nel rafforzamento delle capacità di preparazione alle emergenze e pronto intervento, nella logisticanella gestione dei sistemi di approvvigionamento; nel potenziamento delle capacità di riduzione dei rischi mediante reti di protezione sociale; o ancora nel miglioramento della gestione dei rischi climatici e dell'adattamento e resilienza ai medesimi. Nei programmi nazionali viene frequentemente previsto il sostegno allo sviluppo dei mercati locali e alla creazione di capacità in aree trasversali come la nutrizione e i programmi relativi all'HIV/AIDS .

L'assistenza tecnica e quella per il rafforzamento delle capacità possono essere fornite da personale WFP, nell'ambito dei programmi dell'organizzazione, o tramite esperti esterni. Il WFP può, altresì, facilitare il trasferimento di conoscenze da parte di terzi, ad esempio mediante i modelli della Cooperazione Sud-Sud o Triangolare, che promuovono la condivisione peer-to-peer delle migliori pratiche fra Paesi in via di sviluppo.

54 uffici nazionali del WFP
hanno sostenuto il rafforzamento delle capacità nazionali nel 2015