Skip to main content

Comunicato Stampa: Cesaria Evora canta per chi ha fame nel mondo

06/07/04

Roma - "A Roma incontra il mondo", undicesima edizione della rassegna musicale curata da Comune, ARCI di Roma, MultiKulti, in corso a Villa Ada, Cesaria Evora canta il 7 luglio anche per ricordare a tutti noi che, nel mondo, ci sono 800 milioni di persone che soffrono la fame.

Un anno fa “la Diva dai piedi scalzi” – così soprannominata per i concerti a piedi nudi, testimonianza della sua provenienza da un paese povero, Capo Verde – è diventata Ambasciatrice contro la fame del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (PAM).

Il PAM è la più grande organizzazione di aiuto umanitario al mondo. Grazie alle donazioni che riceve da tutto il mondo, comprese quelle dei governi, nel 2003 il PAM ha sfamato 104 milioni di persone in 81 paesi, tra cui Capo Verde.

Avendo sofferto la fame, Cesaria Evora sa benissimo che i bambini sono le prime vittime di una crisi umanitaria. Per questo ha deciso di dare tutto il suo sostegno ai programmi di alimentazione scolastica del PAM nei paesi poveri.

Nel mondo, circa 300 milioni di bambini o non frequentano la scuola perchè la famiglia è troppo povera o ci vanno a stomaco vuoto.

“Quando passeggio per le strade di Roma e vedo i ragazzini con i loro zaini pieni di libri che vanno a scuola, penso che tutti dovrebbero poter fare altrettanto – ha detto Cesaria Evora. – E’ una vera ingiustizia che i bambini dei paesi poveri non possano avere questa opportunità. E’ un sogno che potrebbe diventare realtà anche con poche risorse!”

Costa appena 20 centesimi al giorno un pasto per un bambino. Inoltre, fornire pasti a scuola offre un doppio vantaggio. Non solo il cibo nutre il corpo e la mente dei giovanissimi ma l’esperienza dimostra che quando i bambini sanno che a scuola mangeranno, la frequenza scolastica raddoppia e, talvolta, triplica. Con questi programmi il PAM assiste oltre 15 milioni di bambini in 69 paesi poveri.

“Per molti, questo è l’unico pasto che consumano nella giornata ed è la sola ragione per la quale i genitori li mandano a scuola. Ma i benefici sono enormi. Chi riceve un’educazione ha molte più probabilità di rompere il circolo infernale della povertà in cui è rinchiuso”, ha dichiarato Cesaria Evora.

Poco prima del concerto di Cesaria Evora a Roma, la sera del 7 luglio a Villa Ada, un messaggio ci ricorderà la sua campagna a favore dei meno fortunati a fianco del PAM mentre il video di una sua canzone donata all’agenzia delle Nazioni Unite – Mar de Canal dal suo ultimo e pluripremiato CD Voz d’Amor - ci ricorderà come l’arte e la cultura possono fare molto nella lotta alla fame.

Dopo la tappa romana, il tour italiano della cantanate capoverdiana proseguirà. Tra gli appuntamenti c’è anche quello di Napoli, il 28 luglio, al Maschio Angioino, in un concerto organizzato nell’ambito della rassegna “Sacro Sud Musiche e Rituali” dall’Associazione culturale Musiche Migranti con il Comune di Napoli e la Provincia di Napoli. Anche nel corso della tappa partenopea Cesaria Evora canterà per il diritto dei bambini di mangiare e studiare.

Per ulteriori informazioni (email: nome.cognome@wfp.org):

Vichi De Marchi

Responsabile media italiani
PAM/Roma
Tel.: +39-06-65132058
Cell.: +39-3472749628

Brenda Barton

Vice Direttore Comunicazione
PAM/Roma
Tel.: +39- 06-65132602
Cell.: +39-3472582217