Skip to main content

Comunicato Stampa: La star del calcio Kaká contro la fame nel mondo

30/11/04

Milano - Il ventiduenne campione brasiliano del calcio Kaká, le cui incredibili imprese l’anno scorso hanno aiutato il Milan a vincere il campionato, martedì è diventato il più giovane “Ambasciatore contro la Fame” del Programma Alimentare Mondiale (PAM) delle Nazioni Unite.

Kaká, che ha anche fatto parte della squadra brasiliana vincitrice nel 2002 della Coppa del Mondo in Sud Corea/Giappone, utilizzerà la sua fama di grande sportivo per ampliare il fronte della lotta contro la fame.

“E’ un onore per me aiutare quanti nel PAM lottano per liberare il mondo dalla fame” – ha detto Kaká, nel corso di una conferenza stampa allo stadio San Siro di Milano. “Devo molto al calcio. Adesso vorrei dare qualcosa anch’io regalando un po’ di speranza a quei bambini affamati, meno fortunati di me”.

Non è la prima volta che il campione brasiliano si trova faccia a faccia con la fame. Da giovanissimo, quando imparava a giocare a calcio nella rinomata scuola Sao Paolo Futebole Clube, Kaká aveva per compagni molti ragazzi malnutriti e poveri dei quartieri più degradati, ciascuno con il sogno di sfuggire alla miseria grazie al calcio.

Il PAM, che è la più grande agenzia umanitaria del mondo, ha un ruolo cruciale nella realizzazione del primo degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite che punta a dimezzare la proporzione degli affamati nel pianeta entro il 2015. Anche il Brasile – paese natale di Kaká – è impegnato in una campagna mondiale per far diventare la lotta alla fame una priorità nell’agenda internazionale.

Ogni anno, la fame e la malnutrizione provocano oltre 10 milioni di decessi – più delle morti per Aids, malaria e tubercolosi messi assieme. Fame e malnutrizione impediscono anche a milioni di bambini di sviluppare le proprie potenzialità. Eliminare la fame è, perciò, la chiave dello sviluppo.

“I calciatori sono degli ambasciatori naturali. Questo è lo sport più popolare del mondo, capace di superare i confini e unire le culture. Visitando i nostri progetti e le operazioni in cui siamo impegnati, Kaká potrà usare il suo talento e la sua fama per promuovere un futuro migliore per gli oltre 800 milioni di affamati cronici del mondo”, ha detto John Powell, Direttore Esecutivo Aggiunto del PAM, responsabile per la comunicazione e la raccolta fondi, che ha ufficialmente nominato Kaká “Ambasciatore contro la Fame”.

Il calciatore brasiliano ha già chiesto al PAM di visitare l’Angola, paese tormentato dalla guerra e dove i progetti dell’agenzia stanno aiutando oltre un milione di ex soldati, sfollati e rifugiati a ricostruire le proprie vite e il proprio paese.

“Spero che la mia esperienza con il Sao Paolo e il Milan possano far capire ai bambini affamati che è possibile superare le avversità e condurre una vita normale”, ha detto Kaká.

Quando, nel luglio 2003, Kaká ha lasciato Sao Paolo, sua città natale per unirsi al grande Milan e giocare in serie A, ben pochi al di fuori del Brasile avevano sentito parlare di questo giovane e promettente talento calcistico.

Nei 12 mesi successivi, Kaká ha contribuito alla vittoria del Milan segnando 10 goal in 30 partite di campionato. Come centrocampista ha ricordato l’insuperabile francese Michel Platini.

Kaká è il più giovane dei numerosi campioni internazionali dello sport che hanno deciso di dedicare il loro tempo e spendere la loro notorietà per aiutare il PAM a sconfiggere la fame. Tra gli sportivi che sostengono l’agenzia ci sono: l’uomo più veloce del mondo sulla distanza delle 26 miglia, il maratoneta detentore del record mondiale Paul Tergat dal Kenya; il campione di cricket, anch’egli uomo da record, Muttiah Muralitharam dallo Sri Lanka e gli ex capitani detentori della Coppa Mondiale di Rugby, Nick Farr-Jones e David Kirk.

Per le televisioni sono disponibili immagini di Kaká e dei programmi del PAM. Contattare Jonathan Dumont (jonathan.dumont@wfp.org) o Casey Kauffman (casey.kauffman@wfp.org)

Si ringaziano: San Siro 2000, A.C. Milan, F.C. Internazionale.

Per ulteriori informazioni (email: nome.cognome@wfp.org):

Vichi De Marchi

Portavoce per i media italiani
PAM/Roma
Tel.: +39-06-65132058
Cell.: +39-3472749628

Brenda Barton

Vice Direttore Comunicazione
PAM/Roma
Tel.: +39- 06-65132602
Cell.: +39-3472582217

Chris Endean

Portavoce
PAM/Roma
Tel.: +39-06-65132108
Cell.: +393481557630